venerdì 19 dicembre 2014

Peppe Servillo & Solis String Quartet in “Spassiunatamente”


Il progetto "Spassiunatamente" è un omaggio alla cultura e alla canzone classica napoletana,
l'inizio di un viaggio, senza limiti di tempo e di spazio che vede l'avvicendarsi di brani
famosi con brani meno conosciuti e qualche volta dimenticati… ma non per questo minori!

L'incontro tra questi artisti ha dato vita ad un inedito disco dove l'arte e lo spessore di
Peppe Servillo si fondono con la maestria e la visione degli archi del Solis Strig Quartet
rendendo questo prodotto unico nel suo genere, e facendo si che attraverso una rilettura raffinata
e popolare di un repertorio di classici che vanno da Raffaele Viviani ad E.A, Mario fino a
Renato Carosone , si racconti una Napoli non oleografica bensì una città che è stata ed è a
pieno titolo una autentica capitale culturale europea.


"Spassiunatamente" sta per sinceramente, all'impronta, senza infingimenti, qualcosa che si
fa per urgenza, dichiarandosi con passione".

Questo è il progetto dei Solis e di Servillo, una formula e scelta artistica ben precisa, che
spoglia di tutti gli orpelli questi capolavori rendendoli assolutamente eleganti e raffinati
senza perdere quella forza e quell'incisività che ne hanno decretato il successo mondiale.
Un viaggio familiare che si esplicita musicalmente in modi che non evitano il confronto con
quello che ci corre intorno, ma che si richiamano ad una umanità palpitante che vibra e si
agita da sempre nella canzone napoletana. Il disco non si propone quale testimonianza filologica
di un canzoniere infinito, ma tenta per salti ed umori di suggerire un viaggio sentimentale
che ci riporti ad una tradizione che qualcuno chiamava …la vita che continua…

Peppe Servillo: voce
Vincenzo Di Donna: violino
Luigi De Maio: violino
Gerardo Morrone: viola
Antonio Di Francia: cello e chitarra

Nessun commento:

Posta un commento