martedì 9 dicembre 2014

Tornami in mente, anche "Quelli del teatro" rivogliono il Diritto e l'Economia a scuola



In un nuovo selfie-video, Peppe Servillo, Marcello Romolo, Chiara Baffi, Antonelli Cossia, Francesco Paglino, Francesca Apostolico, Rocco Giordano, Vincenzo Nemolato, Betti Pedrazzi, Renato Rizzardi, Maria Angela Robustelli hanno scelto di sostenere la campagna per la reintroduzione del Diritto e dell'Economia in tutte le scuole superiori promossa dal Coordinamento nazionale dei docenti di Diritto e di Economia.


Guarda il nuovo video:







CASERTA/NAPOLI. Un altro importante pezzo della cultura italiana si è mobilitato per "Tornami in mente". In un nuovo selfie-video, stavolta "fatto in teatro", Peppe Servillo, Marcello Romolo, Chiara Baffi, Antonelli Cossia, Francesco Paglino, Francesca Apostolico, Rocco Giordano, Vincenzo Nemolato, Betti Pedrazzi, Renato Rizzardi, Maria Angela Robustelli, reduci dal successo internazionale de "Le voci di dentro" dell'attore e regista casertano Toni Servillo, hanno scelto di sostenere la campagna per la reintroduzione del Diritto e dell'Economia in tutte le scuole superiori promossa dal Coordinamento nazionale dei docenti di Diritto e di Economia, fondato da Franco Labella. Prima di loro, in un video che ha totalizzato decine e decine di migliaia di visualizzazioni, lo avevano fatto l'attore-rivelazione della serie tv Gomorra, Marco D'Amore; Giampaolo Fabrizio, il "Bruno Vespa" del tg satirico Striscia la Notizia; lo scrittore Antonio Pascale; i volti del teatro e del cinema Enrico Ianniello, Andrea Renzi, Tony Laudadio e Roberto De Francesco; il duo di Musica Nuda, Petra Magoni e Ferruccio Spinetti; il filosofo del diritto Giuseppe Limone della Seconda Università di Napoli; Alberto Vannucci, professore associato al Dipartimento di Scienze politiche all'Università di Pisa, ma anche tante persone comuni. In questo secondo video, intitolato "Quelli del teatro", c'è pure un delizioso cameo della Sartoria del "Piccolo" di Milano.
 «"Tornami in mente" resta il nostro appello al premier Matteo Renzi e al ministro dell'istruzione Stefania Giannini, affinché le materie giuridiche ed economiche ritornino nei programmi scolastici e nella mente degli studenti», ribadisce Rita Raucci, portavoce del Coordinamento e ideatrice, con il giornalista Claudio Lombardi e il pubblicitario Enzo De Angelis, della campagna. «Se il Governo tiene fede all'ascolto sulla "Buona Scuola" - aggiunge Raucci -, non potrà non considerare quanti, a gran voce e a vario titolo, stanno ribadendo la necessità che nella formazione di base di tutti gli studenti italiani siano presenti discipline fondamentali come il Diritto e l'Economia. Nessuno oggi è in grado di smentire il forte bisogno di una solida formazione alla legalità. Nessuno può negare la forte necessità di avere minime conoscenze economiche per interpretare la realtà nella quale si vive». L'ottimizzazione del progetto è stata affidata a Titti Smaldone; la regia e il montaggio, a Simone Petrella e alla casa di produzione Casasurace di Napoli (casasurace.com); l'ufficio stampa e i rapporti con i media, a Roberta Gravina. Tutti hanno scelto di lavorare in modo volontario e gratuito. L'intera campagna, che si è mossa in prevalenza sul web, è costata meno di 100 euro.

 

Caserta/Napoli, 25 novembre 2014



Per ulteriori informazioni

Rita Raucci 



Ufficio stampa

Roberta Gravina





Guarda il video di lancio:


Visita la pagina Facebook:
https://www.facebook.com/tornaminmente

Visita il sito della campagna:
http://www.tornaminmente.it/


1 commento:

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina