venerdì 28 settembre 2018

La società casertana ‘360open’ e il suo Borbot al Festival internazionale della Robotica di Pisa

Il software innovativo in uso alla Reggia da un anno e mezzo

Selezionato anche da Facebook Italia come progetto pilota

La società casertana '360open' tra le protagoniste del Festival internazionale della Robotica di Pisa. Un evento unico nel suo genere che mira alla diffusione della conoscenza della robotica in tutti i suoi ambiti e applicazioni attraverso l'individuazione dei progetti più innovativi. La '360open' – nata nel 2015 dall'intuizione di alcuni giovani professionisti di Terra di Lavoro che hanno deciso di occuparsi di Intelligenza artificiale, Finanza innovativa, Economia responsabile, Finanza di progetto e Sharing Economy – è stata selezionata dal comitato scientifico del Festival per il progetto Borbot, acronimo di Borboni e Robotica. Un assistente virtuale, operativo da un anno e mezzo alla Reggia vanvitelliana, nato con l'obiettivo di migliorare la fruizione del monumento da parte dei turisti. In grado di rispondere alle domande degli utenti attraverso la pagina facebook del Museo, Borbot effettua in media 20mila interazioni al mese.

giovedì 20 settembre 2018

Pillole di astronomia: L'alternanza delle stagioni Sabato 22 settembre 2018, ore 22 Planetario di Caserta

Perché sulla Terra si alternano le stagioni? Perché (nel nostro emisfero) il clima è più caldo d'estate ed è più freddo d'inverno? Dipende dalla vicinanza della Terra al Sole?

Il 23 settembre è la data tradizionalmente fissata per l'inizio dell'autunno. In effetti, dal punto di vista astronomico, la data dell'equinozio di autunno cambia di anno in anno (quest'anno cadrà DOM 23 settembre alle 3.53 ora legale) mentre l'autunno meteorologico inizia (ogni anno!) il 1 settembre (e ce ne siamo ben resi conto quest'anno....).

Allo scopo di avvicinare sempre maggior pubblico (specie quello residente sul territorio) e coinvolgerlo ed appassionarlo al fascino dell'astronomia e alle suggestioni della storia e della scienza, il Planetario di Caserta ha organizzato un breve evento gratuito per

Sabato 22 settembre 2018, ore 22

"Pillole di astronomia: L'alternanza delle stagioni".

Medievalia 'Civiltà normanna' Sant'Agata de' Goti, Castello, 23 settembre

Il prossimo appuntamento del X anno (consecutivo!) di Medievalia - cultura del Medioevo - sarà ospitato nel bellissimo castello di impianto normanno di Sant'Agata de' Goti (BN)

Domenica 23 settembre 2018, ore 16.30 - 17.45
Sant'Agata de' Goti (BN), Castello

Civiltà normanna

Ingresso gratuito

Visita guidata con inizio alle 16.30.

L'evento è organizzato con il patrocinio gratuito del Comune di Sant'Agata de' Goti e la collaborazione dell'Associazione Culturale "Tempo di festa".

La conquista normanna del meridione fu capeggiata nell'XI secolo da due famiglie: i Drengot per il principato di Capua-Aversa, e gli Hauteville per i ducati di Puglia, il principato di Salerno e la Calabria e la Sicilia. Fu una conquista che portò alla sostituzione dei governi bizantini, arabi e longobardi e all'innesto di un numero esiguo di persone tra la popolazione indigena. Ma il portato culturale fu di grande rilevanza e diede origine ad opere d'arte di grande bellezza, frutto della contaminazione tra diverse influenze, specie in architettura e in musica. Luigi Cielo (già professore a contratto Univ. di Salerno), rievocherà i fasti che Sant'Agata de' Goti vide in età normanna con la (ri)costruzione della cattedrale, l'edificazione del castello e la realizzazione della chiesa di San Menna, splendida testimonianza architettonica dello stile nuovo. Come racconterà Pietro Di Lorenzo (Ass. Cult. "Ave Gratia Plena") la presenza normanna nel Meridione recitò un ruolo cruciale anche nella musica liturgica (nulla sappiamo di quella non liturgica e profana), come testimoniato dagli splendidi codici manoscritti sopravvissuti.