sabato 25 luglio 2015

Capodrise, Volontà donna e Centro De Gasperi insieme contro la violenza di genere




*Il 24 luglio, firmato un protocollo d'intesa. *

*A settembre corso** per operatori di sportello d'ascolto per le vittime*


CAPODRISE. Insieme contro la violenza di genere. Il centro studi "De Gasperi" di Capodrise e l'associazione "Volontà donna" di Marcianise, questa mattina (24 luglio), nella sala delle conferenze di via Matteotti, hanno siglato un protocollo d'intesa. L'atto sancisce un rapporto di collaborazione per pianificare e perseguire azioni di informazione e di sensibilizzazione in materia di violenza e di
discriminazioni di genere, senza nessuna preclusione nei confronti di attività di tipo sociale e di servizio rivolte alle persone disagiate e svantaggiate. Il protocollo d'intesa è stato firmato dalla presidentessa di "Volontà donna", Marika Orfanelli, e, per il "De Gasperi", da Pina Aiello. Alla
cerimonia, erano presenti, tra gli altri, la psicologa Giovanna Menditto, attivista di "Volontà donna", e il presidente del Centro studi, Salvatore Liquori.

«Poter lavorare fianco a fianco a un'organizzazione come il "De Gasperi" – ha dichiarato Orfanelli –, che, da quasi dieci anni, rappresenta una delle realtà più attive in ambito culturale e sociale del territorio, per noi è un onore. Confesso che quando ho firmato il protocollo il pensiero è volato a Pasqualina Sica, la professoressa se uccisa, il 23 febbraio, da un vicino nel cortile di casa, in seguito a
una lite di condominio, che era responsabile delle attività culturali del Centro studi». «Ringraziamo
"Volontà donna" – ha affermato Aiello –, perché consentirà al "De Gasperi" di avvicinarsi a tematiche così delicate. La nostra speranza è che il Centro studi diventi punto di riferimento a Capodrise, e non solo, per coloro che volessero ricevere informazioni, esser ascoltati e condividere la propria storia, le proprie problematiche, le proprie domande». In virtù del protocollo d'intesa, il 4 e 5 settembre, "Volontà donna" terrà al "De Gasperi" un corso per operatore di sportello d'ascolto per vittime di violenza e discriminazione, che fornirà ai partecipanti le competenze per poter accogliere una vittima di violenza in ambiente familiare, lavorativo, online o casuale e di discriminazioni in genere, sui luoghi di lavoro, a scuola, in famiglia. Il percorso gode del patrocinio della Consigliera di Parità della Provincia di Caserta, Francesca Sapone. Per informazioni e iscrizioni è possibile rivolgersi all'indirizzo email: volontadonna2014@virgilio.it. Nelle intenzioni delle due associazione c'è, poi, quella di aprire uno sportello antiviolenza in città.


*"Volontà donna" Marcianise *

*Centro studi "De Gasperi" Capodrise *

Nessun commento:

Posta un commento