giovedì 13 ottobre 2016

Cancello ed Arnone - Con l'Autunno ritornano anche i felici incontri di 'Letteratitudini' Mercoledì 26 ottobre

Con l'Autunno ritornano anche i felici incontri di "Letteratitudini"
Cancello ed Arnone (Matilde Maisto) – Non so Voi, cari amici, ma per me l'autunno  è una stagione meravigliosa. L'equinozio d'autunno segna la fine dell'estate e l'inizio del cammino verso l'inverno con un vero e proprio spettacolo di profumi e di colori tipico di questa stagione.
Non bisogna farsi scoraggiare dalle prime giornate di pioggia  e dobbiamo imparare ad apprezzare l'autunno in tutti i suoi aspetti. Le temperature iniziano ad abbassarsi ma i colori vivaci dell'autunno ci riscaldano.
I colori dell'autunno sono meravigliosi. L'autunno è la stagione in cui la natura si manifesta con i propri colori più belli. E' impossibile non lasciarsi catturare dai fantastici colori autunnali delle foglie e degli alberi. Basta fare una passeggiata in un parco per rendersi conto di quanto la natura sia meravigliosa in questa stagione. I colori dell'autunno ci regalano relax e ci rallegrano nonostante l'estate sia finita.

A mio avviso ci sono molti motivi per amare l'Autunno, come ad esempio:
ricomincia la stagione delle zucche;
possiamo andare a raccogliere le castagne ed i funghi;
scattiamo le foto più belle dell'anno (chi ama la fotografia sa che i colori dell'autunno e la luce tipica di questa stagione sono una combinazione davvero ideale per scattare delle bellissime immagini);
ci ritroviamo con gli amici per raccontarci le vacanze;
le serate di pioggia in compagnia di un libro sono fantastiche;
non fa ancora troppo freddo per gite all'aria aperta e pic-nic;
finalmente possiamo riunirci attorno al camino. (Se potete in autunno non perdete l'occasione di riunirvi attorno al camino o alla stufa con le persone più care. Il tepore del camino è davvero accogliente e la compagnia degli amici e della famiglia durante le serate autunnali scalda il cuore e aiuta a ridurre lo stress. E per chi non ha il camino? Create comunque un punto di incontro accogliente: magari preparate una torta o dei biscotti e preparatevi a sfidarvi con una partita a carte o con i giochi da tavolo).
Ebbene tra tutti questi bellissimi appuntamenti, con l'Autunno arriva puntuale anche la nuova stagione degli incontri di "Letteratitudini". Infatti il primo appuntamento autunnale è previsto per Mercoledì 26 ottobre p.v. alle ore 19,00.
Il tema dell'incontro sarà il seguente: Il 'napoletano' riconosciuto come lingua dall'Unesco dal libro: "Zig zag tra due lingue" di Paola Starace.
La relatrice della serata sarà appunto la signora Paola Starace, nata e vissuta a Bagnoli, quartiere alla periferia di Napoli. Di lei leggiamo che fin da piccola ha dimostrato una forte inclinazione per il disegno, le attività manuali e la creatività in genere, diplomata "maestra d'arte" ha continuato a spaziare in ambito artistico facendo esperienze in svariati settori e continuando a coltivare le sue tante passioni, come leggere, scrivere, cucinare, collezionando corsi, diplomi e attestati, ma senza mai trascurare il suo ruolo di madre.
La Starace nel suo libro "Zig zag tra due lingue" spiega che l'Unesco ha riconosciuto il "napoletano" come lingua, quindi non fa parte più di tutti i dialetti storici presenti in Italia. Proprio nella nostra nazione questa nuova lingua (il napoletano) è seconda solo all'italiano, in pratica è la seconda lingua parlata più diffusa nel nostro Paese., in onore di questo avvenimento – Paola prosegue – ho voluto pubblicare questa breve raccolta di poesie, alcune scritte in lingua napoletana e alcune scritte in lingua italiana, che saranno proprio il tema conduttore della serata di Letteratitudini.
Come sempre precisiamo che i soci di Letteratitudini sono aperti e pronti ad ospitare tutte quelle persone che, amando la letteratura, avrebbero il piacere di unirsi al nostro gruppo.
Per eventuali informazioni contattare la sottoscritta (Matilde Maisto cell. 366 8129909)

 Salvatore Candalino

Nessun commento:

Posta un commento