venerdì 15 aprile 2011

Torna al Belvedere l'arte della moda nel nome del "San Leucio"

Torna al Belvedere l’arte della moda nel nome del “San Leucio”

La sinergia tra lo stilista Angelo Mozzillo e il liceo artistico “San Leucio” al centro della mostra “Art shirt, le architetture di moda del futuro”

 

San Leucio - “Art-shirt, le architetture di moda del futuro” in mostra al Belvedere per tenere in piedi le fila tra la tradizione e il futuro della moda. Lo stilista Angelo Mozzillo, trainer per 18 allieve del liceo artistico “San Leucio”, curerà l’inconsueta esposizione che sarà visitabile venerdì 15, per tutta la giornata, negli spazi del museo leuciano. «Si tratta di 18 architetture tessili – ha spiegato il fashion designer – che sono il risultato di un percorso formativo di alta progettazione e alta prototipia. Realizzate durante un seminario fatto presso il mio atelier, con workshop e viaggio nei luoghi della moda, le art shirt sono il frutto della creatività delle giovani studentesse, ma anche della professionalità di quanti con loro hanno operato per rendere possibile la realizzazione di architetture sartoriali multi materiali». Cotone, seta, organza, gazar, mikado, jersey i tessuti utilizzati per realizzare queste piccole opere d’arte, anticipazioni di una progettualità professionale che vede nella moda un’occasione di crescita culturale e professionale del territorio. «Per le nostre allieve – ha detto Giuseppe De Nubbio, preside del liceo – è un’occasione certamente irripetibile. 120 ore di formazione presso l’atelier di uno dei maggiori stilisti italiani sono una palestra impareggiabile. Le esperienze didattiche maturate a scuola sono diventate il patrimonio di base su cui investire per apprendere con gli occhi, le mani, la testa i segreti di una grande maison della moda che ha portato in giro per il mondo il nome di Terra di Lavoro». Angelo Mozzillo, infatti, è uno stilista nato a Caserta 46 anni fa, da una famiglia di tessutai, con esperienze professionali presso gli atelier di Gianfranco Ferrè e Fernanda Gattinoni. Dal 1998 ha il suo showroom a Milano, in via Montenapoleone. «Il futuro dei neo designer – ha sottolineato Mozzillo – parte dalla scuola e si protende nell’azione quotidiana grazie all’alta professionalità, alla passione, all’impegno, alla dedizione».  Questi i nomi delle studentesse protagoniste dell’evento: Maria Chiariello, Tommasina Ferrara, Filomena Fruggiero, Antonietta Gaudino, Ornella Tessitore, Elissena Riccio, Carla Quattromani, Serena Iavarone, Deborah Barca, Eleonora Diva Sapio, Soraya felicia Caserta, Caterina Merone, Alessia russo, Tania Ricci, Federica Mazzella, Veronica Leone, Luisa Russo, Melania Modena. Hanno coordinato i lavori i docenti  Angela Tartaro, Mario Latino e Teresa Di Monaco.

 

 

 

 

Nessun commento:

Posta un commento