martedì 29 settembre 2015

Al Gran Caffè Gambrinus la Rassegna d’arte “Al centro della città – Un caffè tra passato e futuro” 10 ottobre 2015

E' ancora possibile partecipare, in qualità di espositor,e all'iniziativa promossa dall'Associazione Arteggiando.

"Al centro della città - Un caffè tra passato e futuro" è il nome della rassegna d'arte contemporanea che sarà ospitata dal 10 al 15 ottobre presso il Gran Caffè Gambrinus, il più rinomato caffè-letterario di Napoli. L'iniziativa è organizzata dall'Associazione Arteggiando che ha scelto la prestigiosa location, in passato ritrovo di intellettuali, politici e uomini d'affari, che hanno lasciato nelle sue sale segni della proprio passaggio in città, un luogo dove la storia e l'arte s'incontrano in un connubio perfetto, un gioiello architettonico, dove ancora oggi si respira tutta l'aria della Belle Epoque, per conferire il più ampio respiro possibile all'evento. La rassegna è a cura dell'arch. Giovanna D'Amodio, presidente dell'Associazione Arteggiando.

Nel giorno dell'inaugurazione, sabato 10 ottobre 2015, alle ore 18,00, è previsto un intervento del sociologo e critico d'arte Maurizio Vitiello e contributi di altre personalità del mondo della cultura, nonché  di figure istituzionali, tra le quali, Gaetano Daniele, Assessore alla Cultura e Turismo; Pino Cotarelli, articolista e critico teatrale; Carlo Spina, avvocato ed ecologista. Prevista la presenza anche di una Pattuglia Ippomontata della Polizia di Stato. L'obiettivo della mostra è finalizzato alla valorizzazione del patrimonio artistico e architettonico della città di Napoli e alla promozione dell'arte contemporanea. A conclusione della serata vi sarà un breve recital di Antonio Corbara "Napoli tra le righe". Proprio dal Gran Caffè Gambrinus, cuore pulsante della cultura partenopea, si è tratto spunto per il tema della rassegna, la quale intende vivificare la memoria e le testimonianze del passato relativo a questa terra ricca di storia attraverso un'analisi del  contesto ambientale e dello sviluppo sociale con un viaggio tra realtà e memorie, immaginandone la logica evoluzione futura. Per tutti gli artisti interessati è ancora possibile partecipare all'esposizione. Alla rassegna si accede unicamente attraverso selezione. Saranno ammesse tutte le forme espressive che risulteranno congrue con gli  obiettivi fissati del bando e alla originalità della tecnica dell'opera. Ogni artista può esporre una singola opera, rientrante nelle seguenti categorie: pittura, fotografia, arte digitale. Le opere potranno essere realizzate in piena libertà stilistica e su qualsiasi supporto; la dimensione delle opere non dovrà essere inferiore a 50x70 e non superiore a 90x90. Ogni quadro sul retro dovrà essere corredato di apposito tagliando di identificazione e rintracciabilità, ben compilato in ogni sua parte con nome, cognome dell'autore, indirizzo, recapito telefonico, titolo dell'opera, anno e tecnica di esecuzione. Le opere dovranno essere munite di attaccaglie, sono vietati l'uso del vetro e delle cornici, eccezion fatta per il listello di finitura alla tela.


Info per partecipare

Arch. Giovanna D'Amodio

Presidente Associazione Arteggiando


Ufficio stampa DAMA – Daphne Museum Art (SEMA)

Nessun commento:

Posta un commento