mercoledì 26 novembre 2014

"Alimentazione del bambino": al "De Gasperi" arriva il pediatra Argenziano


Il 29 novembre, alle 16.30, un dibattito sugli errori da evitare in cucina e al supermercato.

foto di De Gasperi Centro Studi.

CAPODRISE. Nutrire un bambino non significa solo soddisfare una necessità biologica. È un momento ricco di valenze affettive, psicologiche e relazionali. Una corretta alimentazione, presupposto essenziale per una crescita armonica e in salute, deve tener conto delle diverse fasi della vita, caratterizzate da esigenze nutrizionali, fisiologiche e comportamentali in evoluzione.



Il rapporto tra salute e alimentazione sarà l'oggetto di un convegno, dal titolo "Alimentazione e salute del bambino. Gli errori da evitare in cucina e al supermercato", organizzato dal Centro studi "Alcide De Gasperi" di Capodrise, che avrà come ospite-relatore Alessandro Argenziano, 50 anni, pediatra a Marcianise, tra i più noti e apprezzati professionisti della zona. L'incontro è previsto per sabato, 29 novembre, alle 16.30, nella sala conferenze del "De Gasperi", in via Matteotti, 25. Al dibattito parteciperanno Pasqualina Sica, coordinatrice del centro studi, Imma Marino, cui sarà affidata la moderazione del convegno, e il sindaco della città, Angelo Crescente, che porterà la sua testimonianza di padre, di medico e di amministratore attento alle esigenze del mondo dell'infanzia. «I fatti di cronaca (si pensi ai 16 pediatri arrestati dai carabinieri dei Nas di Liverno, ndr), la diffusione di internet come mezzo di informazione e, talvolta, di disinformazione di massa, la resistenza di certi luoghi comuni - dichiara Argenziano -, non fanno altro che trasmettere nei genitori un senso di inquietudine e di smarrimento, ogniqualvolta sono alle prese con l'alimentazione dei figli. Sabato, a Capodrise, proveremo a fare chiarezza, seguendo il metodo scientifico, ma con un approccio semplice e accessibile a tutti. Parleremo di qualità dei cibi, di quantità, di metodi di cottura, fino a scoprire che non esiste un alimento completo, bensì un pasto completo. Ci soffermeremo pure su un apparente paradosso: i Paesi che si affacciano sul Mediterraneo danno il nome alla dieta migliore del mondo, eppure hanno il tasso di obesità infantile più alto in Europa. È possibile invertire questa tendenza? Crediamo di sì e al "De Gasperi" cercheremo - conclude Argenziano - di dare consigli partici per organizzare i pasti dei bambini, dalla colazione alla merendina a scuola, dal pranzo alla cena».
 
Capodrise, 26 novembre 2014

Centro studi "Alcide De Gasperi"

Nessun commento:

Posta un commento