martedì 15 marzo 2016

Distance, l'arte di Ernesto Morales approda a Caserta 18 marzo - 30 aprile 2016

Secondo appuntamento della stagione espositiva per aarte Gallery di Caserta. Secondo appuntamento nel segno dell'internazionalità. Dopo l'artista olandese Mirjam Appelhof alle pareti della galleria di via Leonetti saranno esposte le opere di un affermato artista argentino trapiantato in Italia da qualche anno: Ernesto Morales. La mostra, intitolata Distance, sarà inaugurata venerdì 18 marzo e concluderà sabato 30 aprile. L'appuntamento, data la validità del contenuto culturale e di ricerca, godrà del sostegno ufficiale dell'Ambasciata Argentina in Italia e sarà inserita all'interno degli eventi per la celebrazione dell'Anno del Bicentenario della Dichiarazione di indipendenza nazionale argentina.
Ernesto Morales torna a Caserta dopo l'enorme successo di critica e pubblico incassato di recente a New York, dove ha esposto nelle sale del Consolato Argentino. E' questa la seconda volta nello spazio di aarte Gallery per Morales, che già nella primavera del 2013 ha esposto le sue opere nell'ambito della mostra collettiva Otherness, ottenendo, con la sua cifra artistica e intellettuale, grande successo e consenso.
«Distance nasce dalla necessità di esplorare il tema della memoria – spiega Gerardo Giurin, curatore della mostra –, della distanza e del viaggio. Un tema caro a Morales, i cui avi lasciarono Italia e Spagna alla volta del sud America nel periodo dei grandi flussi in uscita dall'Europa. Le sue opere citano luoghi immaginati e immaginari, altri, in cui il soggetto: una strada, un molo, il suo bestiario si innalzano ad una dimensione mutevole, relativa, sospesa tra sogno, allucinazione, esperienza visiva e memoria. Morales parla a tutti noi di migrazione interna, oltre che quella prettamente fisica, di quei moti che costantemente attraversano le anime di tutti noi, che guidano le nostre giornate e che donano sterzate improvvise alle nostre esistenze».
 
BIOGRAFIA
L'artista argentino Ernesto Morales nasce nel 1974 a Montevideo (Uruguay), ma inizia la sua carriera artistica a Buenos Aires, dove ha vissuto fino al 2005, dopo un intenso periodo formativo. Nel 1999 ottiene il titolo di Professore di Pittura e nel 2005 il Dottorato in Arti Visive presso l'Academia de Bellas Artes. Dal 1999 al 2006 insegna Pittura e Storia dell'Arte Latino-Americana presso l'Universidad de Buenos Aires, e svolge l'incarico di Direttore dell'Academia de Bellas Artes de Buenos Aires. Nel 2006, dopo un periodo iniziale in Francia, stabilisce il suo studio in Italia, prima a Roma, e dal 2011 a Torino. Il suo percorso artistico internazionale l'ha portato a realizzare mostre in musei e gallerie in vari Paesi, tra i quali Stati Uniti, Italia, Francia, Germania, Spagna, Cina, Singapore, Malesia, Tailandia, Argentina, Brasile, Messico e Uruguay. Nel 2009 e nel 2010 realizza due mostre antologiche, la prima presso il Museo de Bellas Artes di Buenos Aires e la seconda presso le Scuderie di Palazzo Santa Croce a Roma (IILA, Istituto Italo-Latino Americano). Nello stesso 2010 rappresenta l'Argentina per le celebrazioni del Bicentenario della Repubblica con una grande mostra personale presso il Complesso Monumentale della Commenda di Pre' a Genova. In tale occasione viene pubblicato il volume monografico "Il Tempo della Distanza" che raccoglie il suo lavoro in Italia. Nel 2011 la Repubblica dell'Uruguay gli dedica una mostra presso l'Istituto Cervantes di Roma. Nel 2014 realizza un ciclo di importanti esposizioni negli Stati Uniti e nel Sudest asiatico, a Singapore, a Bangkok e a Kuala Lumpur. Nel 2015 realizza una grande mostra personale a New York nelle sale del Consolato della Repubblica Argentina in New York


Alessandro Dorelli
[UFFICIO STAMPA]

Nessun commento:

Posta un commento