sabato 14 gennaio 2017

Open day al Liceo Diaz domenica 15 gennaio 2017


Domenica 15 gennaio il liceo Diaz apre le porte al territorio: serietà, impegno e dedizione le prerogative di un istituto che riesce a coniugare umanesimo e scienza nella libera formazione dei giovani cittadini.
La Scuola di Atene, di Raffaello, è quest'anno la presentazione per l'Open Day del Diaz al territorio, un dipinto che rappresenta l'equilibrio razionale e lo studio geometrico delle forme sullo sfondo di un'Atene, simbolo della cultura, che si ripropone nella veste rinnovata del Rinascimento italiano che sancì l'inizio dell'umanesimo scientifico.
Questa la chiave di lettura scelta dal Dirigente ing. Luigi Suppa per sottolineare l'impegno del Diaz nel campo della cultura scientifica e delle sfide dell'umanesimo. "Un impegno quotidiano, costante- dichiara il Dirigente- volto a calibrare l'offerta formativa sulle istanze educative e le scelte universitarie future. Trascorro la maggior parte del mio tempo a scuola e, fatti salvi gli adempimenti amministrativi, la mia attenzione è concentrata sui nostri alunni. Meno male che a scuola i ragazzi sono la priorità, ciò non accade ad altri livelli istituzionali. La Provincia, ad esempio, non ci assicura le utenze necessarie per il funzionamento delle scuole, non voglio certo entrare nel merito di come sia stata portata avanti negli anni passati la gestione finanziaria dell'Ente, ma sembra assurdo che ora a rischiare di pagarne le conseguenze siano gli studenti che potrebbero essere privati del loro diritto allo studio. Noi a scuola lavoriamo sodo e poi vediamo vanificare i nostri sforzi dalle incurie altrui"
Dura è la linea del Preside Suppa che non ha certo bisogno di mostrarsi compiacente con una politica che non ha a cuore i ragazzi, "Ma ancor di più- conclude il Preside- i ragazzi devono essere preparati e competenti in modo tale da affrontare il futuro attrezzati per il successo. La cura della lingua Inglese, la preparazione nelle scienze e nelle materie umanistiche è stata certificata da numerosi riconoscimenti, non solo i premi e le vittorie dei nostri alunni e il loro successo universitario post-diploma, ma anche la segnalazione come il miglior liceo della città da parte di Eduscopio nonché primo del territorio dalle valutazioni del Miur".
Non apparenza, ma tanta sostanza in un Liceo in cui si riconoscono anche tanti ex alunni avviati- sin da giovanissimi- al successo, ex alunni che numerosi saranno presenti all'apertura anniale del Diaz. " Non penso- ha affermato il Preside Suppa- che Caserta sia, come scrive il nostro ex alunno De Pascale,una città distratta al punto da non avvertire l'importanza della presenza di un Polo culturale come il Diaz da cui si diramano tante attività che si coniugano con le migliori realtà del territorio come la Reggia di Caserta e la Associazione Aeronautica Militare e con quelle nazionali come Strategica Community di cui i ragazzi daranno, nel corso dell'Open Day di domenica 15, una sintesi giornalistica".
Nella sua concretezza di tecnico e di uomo di scienza, il Preside Suppa non ama le ostentazioni pubblicitarie, condanna gli sprechi e ritiene che la scuola sia un luogo in cui, con serietà e dedizione, bisogna occuparsi seriamente dei giovani e del loro futuro. Visti i successi nazionali e internazionali degli alunni e la vivacità che si respira al Diaz… come dargli torto?

Nessun commento:

Posta un commento