martedì 24 maggio 2016

Primo Seminario Didattico Fire Music Festival Città di Santa Maria Capua Vetere 15 luglio – 3 settembre

Tutto pronto per la prima edizione del Seminario Didattico per accedere al Fire Music Festival Città di Santa Maria Capua Vetere [15 luglio – 3 settembre], anch'esso alla prima edizione.  L'evento, organizzato dall'Associazione  Musicale  Fondiaria D'Angiò, si terrà mercoledì 25 e giovedì 26 maggio presso l'Istituto Tecnico Commerciale Leonardo Da Vinci di Santa Maria Capua Vetere. La due giorni di formazione musicale si concentrerà sui temi della cultura musicale generale, su come scrivere e comporre un brano, produrre e autoprodurre la propria musica, sulla fase di promozione del prodotto musicale e su come affrontare l'esibizione live. 
A tenere le lezioni saranno Vittorio De Scalzi, Giuseppe Anastasi, Giacomo Voli e Lello Petrarca.


«L'associazione Fondiaria D'Angiò – spiega Gianfranco Di Rienzo, fra gli organizzatori della rassegna – vuole avviare un percorso di valorizzazione del territorio di alto livello attraverso l'organizzazione di un festival, i cui appuntamenti si terranno all'interno dell'Anfiteatro Campano e nel Teatro Garibaldi, dedicato alla canzone italiana e indirizzato a giovani interpreti  e autori. 

Per raggiungere questo obiettivo ha stipulato convenzioni con il
Comune di San Remo e ottenuto il patrocinio della Regione Campania, della Provincia di Caserta e del Comune di Santa Maria Capua Vetere». 

Proprio la convenzione con il Comune di San Remo permetterà l'ingresso all'Accademia Musicale di San Remo ai primi tre qualificati del Fire Music Festival Città di Santa Maria Capua Vetere. «Le sole partnership spiegano quanto impegno e quale livello si voglia raggiungere con questo festival – conclude Di Rienzo -.  La qualità dell'evento avrà poi l'ulteriore garanzia di padrini o madrine d'eccezione di livello nazionale provenienti dal mondo della musica, primo fra tutti Vittorio De Scalzi, fondatore e voce storica dei New Trolls, primo gruppo di musica progressive in Italia».


Alessandro Dorelli
Journalist

Nessun commento:

Posta un commento