domenica 1 maggio 2011

Coordinamento Associazioni Casertane e candidati sindaci a confronto - Circolo Nazionale - martedì 3 maggio 2011

Caserta - (Di Anna Giordano) - Assemblea generale del Coordinamento delle Associazioni Casertane - Co.As.Ca. - a confronto con i candidati sindaci al Comune di Caserta, martedì 3 maggio 2011, alle ore 17,00, presso il Circolo Nazionale, piazza Dante, Caserta. Una sede storica, attraverso la quale sono passati, nel corso di oltre 150 anni, gli eventi più significativi della città capoluogo e di tutta Terra di Lavoro. Tra questi le prime riunioni dei Comitati civici, anno 1947, alle quali partecipavano uomini e donne di prestigio al servizio della città  all'indomani della proclamazione della Repubblica. Una sede ormai storica anche per il Co.As.Ca., che dal suo nascere è ospitato nei locali del Circolo e che vi si riunisce in assemblea generale puntualmente ogni primo martedì del mese per gli aggiornamenti delle attività in atto e per le conseguenti azioni. Questa volta un appuntamento speciale, perché l'assemblea del 3 maggio è dedicata al confronto con i candidati sindaci, come sempre è accaduto in tutte le precedenti tornate elettorali degli ultimi dieci anni, a livello nazionale, regionale, provinciale e comunale. Un incontro tra i futuri amministratori e i cittadini, rappresentati dalle Associazioni,  la cui forza oggi è finalmente acquisita dalle istituzioni pubbliche e private, come accade nei Paesi europei e negli U.S.A. Ai candidati, che illustreranno i loro programmi, l'assemblea chiederà precisi impegni su quelli che sono i punti di forza sui quali le associazioni lavorano da anni, tra i quali l'occupazione giovanile, l'ex Macrico, la Corte di Appello, l'Università di Caserta con il Rettorato e il  Policlinico, la ZTL, il rilancio turistico, i trasporti, il ruolo centrale del capoluogo. Infine, il Coordinamento chiederà ai candidati sindaci l'espresso impegno a consultare le Associazioni prima di assumere scelte per la città. "Niente deleghe, afferma il Co.As.Ca., ma un patto democratico tra il primo ci! ttadino e la cittadinanza".

Nessun commento:

Posta un commento