lunedì 2 maggio 2011

L'Associazione Italia Verde denuncia: - La differenziata non decolla -

UFFICIO DI PRESIDENZA DI ITALIA VERDE "ASSOCIAZIONE AMBIENTALISTA"
Da informazioni emerse in quotidiani locali le percentuali di raccolta differenziata già in atto, testate al 25%, sono tutt'altro che veritiere essendo stati fatti calcoli su un'area territoriale gestita con la raccolta differenziata solo parzialmente; questo per quanto riguarda il Comune di Maddaloni. Il problema comune a tutta la provincia di Caserta, per una raccolta dell'umido capillare sul territorio, a bassi costi e con il massimo profitto ambientale, può essere risolto con l'utilizzo di apparecchi dissipatori ad alta velocità ,capaci di convogliare tutto lo scarto organico dalle singole abitazione alle fognature /depuratori ,con conseguente riduzione dei costi di gestione oltre all'abbattimento dell'Effetto Serra con benefici verso l'ambiente e la salute pubblica. La Nostra Associazione si domanda perché tali sistemi di smaltimento non siano presi in considerazione. Nonostante sovvenzioni elargite negli anni passati dalla Comunità Europea per risolvere il problema rifiuti e l'approvazione all'utilizzo dei dissipatori, pubblicato in Gazzetta Ufficiale nel 2009, nulla è stato investito nelle reti fognarie e nell'ampliamento dei depuratori sottodimensionati. Il territorio brulica di "rotonde stradali" con aumenti della TARSU per gli utenti, ma il problema legato ai rifiuti è solo peggiorato; si pensi che le aree già adibite a discarica non sono state ancora bonificate. Il rischio che si prospetta è forse quello di saltare per aria, come accaduto il 26 cm nella discarica appena esplosa in Brasile, per un accumulo di gas sotto una montagna di 70 metri di rifiuti? A voi la risposta! Il Vice Pres. C.Vassallo

Per info:
"ITALIA VERDE" ASSOCIAZIONE AMBIENTALISTA
VICE PRESIDENTE NAZIONALE
CARMINE VASSALLO
EMAIL: italiaverdevicepresidente@gmail.com

Nessun commento:

Posta un commento