venerdì 13 maggio 2011

Lumen - urban factory - Salerno - 13 - 29 maggio

Al via la 2 edizione presso il Parco Irno

Con Lumen a Salerno va in mostra l'Outsider Art

VERNISSAGE CON L'ETEREA DANI SICILIANO

Dj set dell'artista californiana dalle 21

L'evento "occuperà" l'ex Fabbrica Salid fino al 29 maggio

Mostre aperte tutti i giorni dalle 10 alle 24

Arte e musica si incontrano anche sabato e domenica

Ingresso gratuito per tutti gli appuntamenti

 

Salerno, 12 maggio 2011 Avanguardie e sonorità elettroniche si incontrano a Salerno per la seconda edizione di Lumen - urban factory, l'evento, dedicato all'attuale scena artistica comunemente definita "outsider art", in programma da venerdì 13 a domenica 29 maggio nel Parco Irno presso gli spazi dell'ex Fabbrica Salid.

Ideato dal collettivo Satoboy Clt. e Ziguline magazine, Lumen è organizzato dall'Associazione Lumen Project con il sostegno del Comune di Salerno e realizzato con il contributo di Camera di Commercio, Salerno Mobilità, Salerno Solidale, main sponsor Centro Commerciale Maximall e Monster Cookie. Partner culturale dell'edizione la Galleria Wunderkammern di Roma; media partner: Drome Magazine, Busta. 

Special guest del vernissage, fissato per le ore 21, l'artista californiana Dani Siciliano cui è affidato il primo dj set in programma.

DANI SICILIANO Vocalist, musa e moglie di Matthew Herbert, il genietto dell'elettronica  da cui ha spiccato il volo per la sua carriera da solista dopo anni di devota osservanza, l'artista ha cominciato a maneggiare strutture sonore nei jazz club della sua città: voce rarefatta e impalpabile, si converte presto al mix postmoderno di stili, bazzicando i mixer di San Francisco e mischiando house, rock, bossanova, jazz, hip hop, electro e quant'altro il suo gusto eclettico le porta alle orecchie. Americana di San Francisco, italiana d'origine, londinese d'elezione, incontra Herbert proprio sulle strade dell'elettronica: dal vivo e in studio diventa la sua singer, la sua fonte d'ispirazione e poi la sua compagna di vita. È sua la voce in "Going Round", "Leave Me Now" e "Suddenly", tre dei più clamorosi successi da dancefloor dell'uomo più citato, ammirato e detestato di tutto il panorama elettronico degli ultimi anni. Poi la decisione di camminare da sola per dare forma e sostanza alle sue idee: impiegherà sei anni prima di dare alle stampe "Likes" (2004), undici pezzi di cui dieci usciti dalla sua mano e dalla sua mente più una cover tributo e trasfigurata ("Come As You Are" dei Nirvana). Due anni dopo, pubblica la seconda tappa della sua personale ricerca verso un suono che la esprima totalmente: un mix perfetto di disco, house, soul, acid e techno. "Slappers" (2006), album nato in Arizona, cresciuto in California e finito in Inghilterra con l'aiuto di Herbert è l'espressione di tutto questo. L'elettronica ha ancora un ruolo fondamentale nella musica della cantante, ma Dani vi infonde anche tanta intimità e moltissime emozioni, compiendo uno stravolgimento lounge, suadente e morbidissimo.

GLI ARTISTI IN MOSTRA Le sonorità della Siciliano accompagneranno dunque la visita alle 3 Mostre di Lumen che, dopo il successo riscontrato nella prima edizione, si rinnova e si conferma tra i più promettenti progetti italiani votati all'arte urbana. Come accaduto nel 2010, numerosi artisti della scena nazionale e internazionale sono stati invitati dagli ideatori Satoboy Clt. e Ziguline a confrontarsi con nuovi formati e supporti espositivi, lontani da quelli con cui sono abituati ad operare: se la prima edizione ha visto i creativi coinvolti nella mostra Arte Contemporanea in Controluce, che sarà riproposta anche quest'anno presso il Vecchio Mulino della ex Fabbrica Salid, il tema e il supporto che caratterizzerà  l'esposizione del 2011 è ancora top secret, e sarà svelato solo in occasione dell'opening. Sono noti invece i nomi dei 21 artisti che esporranno le loro creazioni realizzate ad hoc per l'evento: lo spagnolo Aryz, i cui lavori campeggiano su ex fabbricati di Francia, Spagna e Italia; lo studioso dello spazio urbano M-City, ovvero l'artista polacco Mariusz Waras; "Blue and Joy", protagonisti di un prolifico progetto intorno ai due omonimi ed ormai celebri pupazzi che li ha sconfinati in giro per il mondo; Useless Idea, alla cui arte hanno già aperto le porte il Centre Pompidou di Parigi, lo ShiodomeItal! ia Creat ive Center di Tokyo, Palazzo Ducale di Genova; Jonathan Pannacciò, uno dei fondatori della Dorothy Circus Gallery; Reser, pittore torinese dalla calligrafia gestuale unica spesso "prestata" ai graffiti; Zosen, pittore argentino operativo in Catalogna i cui  lavori sono stati esposti in diverse città europee, in Asia ed in gallerie americane. E, ancora, El Euro writers dal tratto leggero ed umorista di ispirazione anni '80, Iabo artista partenopeo fresco di selezione per la Biennale d'arte di Venezia , Agostino Iacurci illustratore a volte prestato anche all'editoria per bambini e alla scenografia teatrale, Joys, writers specializzato nel lettering dalla ricerca inedita e personalissima, James Kalinda, poliedrico artista parmense dai disegni naturali e surreali, Franco Lo Svizzero,  la cui arte si riconosce soprattutto nelle sculture meccaniche, Scarful, creative director e artista/illustratore di Roma, Sea Creative, ovvero nome d'arte e progetto di Fabrizio Sarti incentrato su particolarissimi personaggi, Sparky, membro del gruppo di giovani live painters veneti "Over Spin Crew", MR Thoms, al secolo Diego Della Posta, Street Artist, Illustratore, Storyboarder, Grafico e Art-Director, Truly Design, gruppo composto da quattro affiatati passionari dell'aereos! ol art, Elio Varuna, il cui ciclo di dipinti "Tutto continuamente sgocciola" è diventato una fortunata collezione di gioielli Swarosky, Verbo, artista poliedrico del bergamasco che spazia dalla pittura alle avanguardie elettroniche, Zentwo graphic designer e writer dalle numerosissime collaborazioni nazionali ed internazionali.

La selezione della mostra principale è stata fatta da un Comitato artistico composto, oltre che dall'Associazione organizzatrice, da 4 tra le più importanti realtà italiane attive nel settore dell'urban art in Italia (Ass. ne Mac Contemporaneo di Ancona / organizzatrice del POP UP!; Ass. ne Infart Collective di Bassano del Grappa / organizzatrice di INFART; Ass. ne Il Cerchio e le Gocce + Style Orange di Torino / organizzatori del PIC TURIN; Ass.ne Walls di Roma / organizzatrice dell'URBAN CONTEST; Ass. ne Largo Baracche di Napoli / curatrice dell'omonimo spazio espositivo).

Accanto alle loro opere, lungo il percorso all'interno dello spazio espositivo si potranno ammirare le 20 immagini fotografiche, posizionate in coppia su 10 pannelli "bipolari", selezionate con un contest lanciato su internet sulla fanpage di I ♥ Street Art con cui giovani artisti, fotografi e creativi di tutta Italia interpretano  concetto di sostenibilità e del suo immediato contrario.

IL WEEKEND IN MUSICA Il programma di intrattenimento messo a punto dalla Office Service Agency propone per questo weekend altri due appuntamenti musicali.  Sabato 20 dj set elettronico minimale di Microlux organizzato in collaborazione con Campania Eco Festival, mentre domenica 21 aperitivo in house music dalle 18 alle 24 con i Dj Roberto Perotti, Ernestino Valitutti, Luca Darle. L'appuntamento è targato Din Dada e Love Communication. 

INFO UTILI Opening venerdì 13 ore 21; mostre visitabili tutti i giorni dalle 10 alle 24; ingresso gratuito.

 

Ufficio Stampa: JaG Communication

press@jagcommunication.com

Gilda Camaggio – Silvia De Cesare

Nessun commento:

Posta un commento