giovedì 12 novembre 2015

NOTE DI NATALE, SoulJazzGospelBluesSwingLyricTheatre (da Giacomo Puccini ai Beatles) al Teatro Ricciardi di Capua 12 il dicembre ore 21.00

Un viaggio musicale tra i più bei temi del jazz, blues, della lirica, un tocco di gospel, fino a brani più raffinati del soul moderno e del pop. Giò Vescovi e la sua Blues Project eseguiranno alcuni brani tratti dal suo ultimo album "Don't Look Black".
Ad accompagnarlo sul palco, entrambi legati da amicizia e collaborazione con Giò Vescovi, ci saranno Antonio Onorato, musicista con una carriera artistica ventennale di grande rilievo nel mondo del Jazz, la cui esperienza musicale lo vede affacciarsi anche nell'ambito della world music e l'interpretazione della calda voce di Sherrita Duran.
A connotare questo splendido evento natalizio la presenza di altri notevoli ospiti quale il M° Adriano Guarino, un'eccellenza artistica di Terra di Lavoro, che proporrà brani, tra i quali "Amazing Grace" un antico gospel affidato a Sherrita Duran con personalissimi arrangiamenti, e ancora due musicisti di spicco nel panorama jazz casertano: Gianni D'Argenzio al sax e Cristina Larizza alla viola. Non ultima una parentesi teatrale affidata all'eclettico Antonio Di Nota che proporrà una sua originale e divertente parodia natalizia.


Presenta: 
Roberta Andreozzi, conduttrice
Sul palco:
Giò Vescovi, lead vocal, piano e armonica
Alessandra Scaravilli, basso
Antonio Liccardi, batteria
Mario Sagliocchi, electric & acoustic guitar
Special guest ed Ospiti:
Sherrita Duran, vocal
Antonio Onorato, chitarre
Adriano Guarino, chitarre
Cristina Larizza, viola
Gianni D'Argenzio, sax tenore, soprano
Antonio di Nota, theatre performer

Posto unico non numerato in prevendita euro 15,00
Ticketteria ­ Caserta via Gemito (tel. 0823 353336)

dal Lunedì al Venerdì 09­13 e 16­20 / Sabato 09­13
Teatro Ricciardi ­ Capua Largo di Porta Napoli (tel. 0823 963874)
Tutti i giorni, lunedì escluso, dalle 17 alle 22

Social media management: Informazione Cultura e Spettacolo
Sostengono e promuovono l'evento:
Pro Loco di Capua http://www.facebook.com/Pro­Loco­di­Capua­234425989944013
Anteros Production http://www.anteros.it
Ex­Libris di Capua http://www.facebook.com/Ex­Libris­Palazzo­Lanza­Capua­64579431280
ZAK Radio Sicilia http://www.zakradio.net/
Web Radio e Sardegna ­ Note Blues http://www.radiosardegnaweb.com
Radio Prima Rete Caserta http://www.radioprimarete.it/
Riferimento evento sul circuito GO2 (online)

In attività da decenni nel circuito blues nazionale. Nativo di terra di Sicilia, si trasferisce a Caserta nel '68, iniziando subito un percorso che lo porterà, alla fine degli anni 80, definitivamente nel Blues, dopo aver attraversato quasi tutti i generi musicali, e che non abbandonerà mai più. Ma non solo di blues suonato, si parla. Oltre alla varie direzioni artistiche, vedi Melizzano In Blues (5 edizioni), Caserta Folk & Blues Festival (8 edizioni). Da qualche anno si dedica a progetti di seminari per la sezione Cultura del Comune di Caserta: Negli ultimi anni si è esibito in molte manifestazioni quali Blues Festival Città di Palermo, Macchia Blues, Aventino in Blues, Pignola Blues Festival, Molinara Folk & Blues Festival, Policoro Blues in Town, Green Hills Blues Festival, Baia Domizia Blues Festival e in ultimo "Le strade del Blues" in Sardegna. Infine collaborazioni live con artisti internazionali del calibro di Sherrita Duran, Tony Coleman, Nick Becattini, Antonio Onorato, Awa Ly, Shemekia Copeland, John Lee Hooker jr., Tony Esposito, Joe Amoruso e Francesca De Fazi. Due album all'attivo, costituiti da suoi inediti in italiano: "Come dentro un Blues"(2008) e "Don't Look Black" (2014).

Special guest ed Ospiti ­
Brevi note 
SHERRITA DURAN http://www.sherrita.com
"UN CANTO CHE NASCE DAL CUORE, UNA VOCE CHE ARRIVA ALL'ANIMA"
Una voce calda come la sua California, un timbro morbido e vellutato, del tutto particolare, un'estensione senza confini e un'ottima tecnica che le permette grande versatilità in ogni stile musicale; una fortissima 
passione fin da piccola per la lirica e i musical; un innato talento compositivo: Sherrita è davvero un'artista a tutto tondo.
La voce di Sherrita stupisce e rapisce l'ascoltatore al punto che il critico musicale Mario Luzzatto Fegiz l'ha definita ''Un soprano acrobatico, una forza della natura capace di unire il bel canto alla musica black''.
Da anni percorre l'Italia con i suoi concerti, infatti un incontro cruciale è stato quello con Giò Vescovi che l'ha coinvolta in un suo concerto nel 2006 da li è nata una collaborazione artistica oltre che un'amicizia.
Con Giò Vescovi sono molti i palchi calcati insieme e tanti altri li aspettano in questa proficua collaborazione.

ANTONIO ONORATO (da) http://www.antonioonorato.com/
Ha una carriera artistica ventennale di grande rilievo nel mondo del Jazz e non solo; è uno dei pochi musicisti italiani ad aver tenuto un proprio concerto al Blue Note di New York, tempio storico del jazz internazionale.
La sua esperienza musicale lo vede affacciarsi anche nell'ambito della world music e ne sono testimoni alcuni dei suoi lavori discografici, come "Native Spirits" ­ incluso nel doppio Cd Emmanuel del 2009 ­ con 
il batterista della ECM Paolo Vinaccia e "Mater Lucania" cd registrato nel 2012.
­ Musicista eclettico, spazia dal jazz­rock, alla world music, fino alla composizione per orchestra. Alcune delle tappe che hanno contribuito certamente alla sua crescita artistica e umana, sono i concerti in America, ai contatti che ha avuto con il popolo dei Nativi Americani, di cui ne segue da sempre i princìpi e la visione del mondo; a quelli in Brasile (nel 2013 è stato pubblicato un cd in duo con il grande chitarrista Toninho Horta, [definito da Tom Jobim "Il re dell'Armonia"], ai concerti in Cile, Messico, Europa, Nord Africa (Tunisia, Marocco), Africa (Angola, Uganda) Medio Oriente.
Nel 2002 Antonio Onorato insieme a una delegazione di artisti italiani si recò a Baghdad per protestare contro la 2° guerra del Golfo. E' stato in Africa ben 12 volte, terra che ama moltissimo, in cui si sente a 
casa. Ha inciso 2 cd in Angola. Studioso di etnomusicologia, la sua ricerca si basa sulla fusione degli stilemi armonico­melodici del linguaggio della cultura napoletana, con la musica afro­americana, medio­orientale e brasiliana che lo hanno portato ad individuare un linguaggio del tutto personale.
24 sono gli album pubblicati nei suoi 25 anni di carriera e nei suoi ultimi lavori, come dice la più autorevole critica, si nota un Onorato sempre meno legato ai virtuosismi chitarristici, che lo ricordano facilmente nel corso della sua carriera, ma più ispirato e desideroso di melodie composte per chitarra e orchestra, certamente più adatte per colonne sonore. Onorato, ad ogni modo resta sempre "coccolato" dal circuito jazzistico che lo considera un vero guitar hero dallo stile oramai riconoscibilissimo.
Tra i suoi album, ve ne sono alcuni di contaminazione con la cultura africana: The soul breath e Quatro linguas uma alma (con la partecipazione del cantante angolano Dodo Miranda); con la cultura brasiliana: 
Tudo Azul, Un grande abbraccio e From Napoli to Belo Horizonte, quest'ultimo realizzato in duo con il chitarrista brasiliano Toninho Horta; con la cultura dei Nativi americani: South winds; Native Spirits con la partecipazione del poeta Cheyenne Lance Henson, del musicista Apache Danny Many Horses e Mater Lucania, cd registrato nel 2012. Nel 2010 festeggia 20 anni di carriera discografica e per l'occasione la sua etichetta gli rende omaggio con una Greatest Hits.
Frequenta giovanissimo numerosi workshop tenuti da chitarristi di fama mondiale come Jim Hall, Mick Goodrick, John Scofield, che gli dirà: Mi sarebbe piaciuto suonare la chitarra a 20 anni come la suoni tu. ­
Oggi tiene lui stesso seminari di tecniche dell'improvvisazione.
Progetti e collaborazioni artistiche con il chitarrista brasiliano Toninho Horta, Franco Cerri, Enrico Rava, Paco Sery, Eddy Palermo, Tullio De Piscopo, James Senese, Joe Amoruso, Roberto Murolo per citarne
solo alcuni.
Dal 2012 al 2014 è stato Special Guest in alcuni concerti di Pino Daniele.
­ Numerose le partecipazioni come solista a prestigiosi festival internazionali accanto ad artisti come John Scofield, Jan Garbarek, Charlie Haden, Steve Grossman, John McLaughlin, Pat Metheny, Tito Puente, 
Toots Thielemans, Tuck & Patti, Gary Burton, Bob Geldof, Rita Marley, George Benson.

ADRIANO GUARINO
Sin da piccolo si è dedicato alla musica passando per vari generi musicali.
Intraprende successivamente gli studi di Chitarra classica al Conservatorio di Napoli non tralasciando mai quei percorsi iniziali basati su esperienze rock, blues, pop, fusion, concretizzando tutto ciò in una definitiva professione. Ha collaborato in qualità di chitarrista in sala di registrazione per lavori discografici di alcuni artisti come Gino Paoli, Wess, Gianni Bella, Pietra Montercovino , Giorgia e Nino Buonocore, con quest'ultimo partecipa a Sanremo del '93. Resta protagonista da un ventennio come chitarrista di Peppino di Capri, componendo e arrangiando per lui diversi brani e con il quale ha girato in concerto quasi tutto il mondo. Svariate sono le collaborazioni chitarristiche nelle colonne sonore di film di successo nazionale: Un medico in famiglia (prima edizione); Le fate ignoranti; Genitori e figli, Femmina, ed altre in orchestra Rai In trasmissioni televisive, dove affianca artisti come Alan Parson e Keit Emerson.

CRISTINA LARIZZA
Maria Cristina Larizza, violista e cantante; amante del jazz non disdegna le incursioni nel blues, nel pop, nella bossa nova e nella musica classica.
Intraprende gli studi classici in Conservatorio in tenera età, diplomandosi con il massimo dei voti, nel 2003. In veste di violista ha partecipato a numerose stagioni concertistiche, con diverse orchestre sinfoniche e formazioni da camera. Ha affiancato importanti nomi del panorama musicale italiano ed internazionale, come Katia Ricciarelli (prima viola, 2000), Franco Battiato (Teatro Greco di Taormina, 2001), Piero Mazzocchetti ("Parlami d'amore Mariu'", Teatro Comunale di Caserta, 2014), Laura Pausini ("Greatest Hits World Tour", Reggia di Caserta, 2014).
In veste di cantante ha collaborato, grazie ad un contratto discografico, con l'etichetta "Ciliegia Bianca" di Don Backy. Ha inciso il CD "Candalia" in collaborazione con il cantautore Dimir Viana. Ha inciso per "Artinsieme" due CD con la "900 Big Band" ed ha al suo attivo numerose collaborazioni in studio. Ha cantato alla presenza di S.S. Giovanni Paolo II (Vaticano, Sala Nervi, 1997), come voce solista del Coro "Laudamus". Docente di viola e canto moderno presso diverse Accademie. 

GIANNI D'ARGENZIO
Sassofonista, flautista e compositore, è attivo sulla scena jazzistica dagli anni '80, suonando con molti dei più importanti jazzisti Campani tra cui Antonio Golino, Antonio Balsamo, Maria Pia De Vito, Franco Coppola, Daniele Sepe, Pietro Condorelli, Antonio Fresa, Lello Panico, i fratelli Farias e molti altri. 
E' stato animatore di molti gruppi stabili (Campania Felix, Full Force, Campania Jazz Quartet, Sax Maniacs) e collaboratore di altre importanti realtà musicali (Otto Club Orchestra, Sunshine Band di Carlo Morelli, Orchestra Napoletana del Jazz diretta da Mario Raja ecc..). Col "Campania Jazz Quartet" ha vinto il Concorso Naz.le di Gruppi Jazz Emergenti di Forlì (1986). 
Ha al suo attivo partecipazioni ad importanti Festival Jazz (Jazzology, Nick La Rocca JF, Tevere Jazz–Roma, Divino Jazz, Eurojazz –Istituto Grenoble, Pomigliano JF, ecc..) e realizzazione di CD (Domestic Standars, Terra Africana) collaborazioni in studio, nonché colonne sonore, tra cui, con Lello Panico, "Propaganda", per il Teatro Studio di Toni Servillo.
E' anche attivo nell'ambito dello studio e della pratica della Musicoterapia come docente in diversi seminari e Laboratori.

ANTONIO DI NOTA
Nasce a Napoli nel 1951. La sua passione per il teatro gli scoppia dentro sin da ragazzino, questa passione la coltiva, restando sempre nell'ambito dell'amatoriale, da molti anni è presente nel panorama teatrale Casertano e non solo, attore, regista... ma anche poeta e all'occorrenza cantante con particolare attenzione alla cultura Partenopea.
Autore di testi teatrali, rappresentati con successo, ha avuto qualche esperienza cinematografica partecipando a due film, e alla serie televisiva di rai tre: "La Squadra". Tuttora prosegue nella sua attività per lo più teatrale. Il brano che sarà presentato durante la serata, non è un brano di Eduardo, ed è scritto da Di Nota si tratta di una simpatica parodia di uno dei re Magi: Gaspare.

Paolo Russo

Nessun commento:

Posta un commento