martedì 22 marzo 2011

Nuove tecnologie per il trattamento dei rifiuti solidi urbani - Caserta - 25 marzo 2011

                                       Rifiuti: soluzioni a basso impatto ambientale

                              Mondo accademico, ricerca e associazionismo a confronto

 

(Di Anna Giordano) - Convegno  - il 25 marzo prossimo – sul tema: "Nuove tecnologie per il trattamento dei rifiuti solidi urbani", a cura dell'Associazione Amici del Liceo Scientifico ALIS, Coordinamento Associazioni Casertane e UNUCI. Il tema sarà analizzato a partire dall'illustrazione di tecnologie provenienti sia dal mondo della ricerca sia dal mondo imprenditoriale, delle quali spesso non si ha informazione.

La manifestazione, in programma presso la Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione di Caserta, corso Trieste n. 2, con inizio ore 15,30, si svolge con il patrocinio, tra gli altri, della Provincia, della facoltà di Scienze della Seconda Università degli Studi di Napoli in Caserta, del Dipartimento di prevenzione Asl CE, dell'Autorità di Bacino dei fiumi Liri, Garigliano e Volturno e dell'Ordine degli Ingegneri della provincia di Caserta, riunendo così mondo accademico, ricerca e associazionismo locale.

Due gli 'invited speakers' del Cnr presenti all'evento: il direttore del Dipartimento di Progettazione molecolare Sesto Viticoli, con un intervento sul tema delle tecnologie messe a punto sia dagli istituti sia dagli spin off dell'Ente che operano nel campo dei materiali innovativi, e il responsabile dell'Ufficio Sicurezza Bruno Commini, relatore sul tema 'Sicurezza ambientale - tecnologie innovative nel trattamento dei rifiuti solidi urbani'.

"L'obiettivo è illustrare soluzioni innovative che provengono da laboratori di ricerca dell'Ente e da soggetti industriali che hanno chiesto al Cnr un affiancamento scientifico, afferma Commini. Interventi che mirano a individuare tecnologie di trasformazione dei rifiuti in 'risorsa', da un lato contribuendo a risolvere la problematica della spazzatura in costante aumento, i problemi di stoccaggio e di inquinamento ambientale, dall'altro dando una risposta alla progressiva diminuzione delle riserve petrolifere attraverso la produzione di energia utile al Paese e al contesto industriale".

A completare l'evento, testimonianze dal mondo imprenditoriale, con esempi di impianti innovativi di smaltimento. È il caso della Fissore Agency di Montecarlo, autrice di un rivalorizzatore e di un particolare sistema autoclave per lo smaltimento e il riutilizzo dei rifiuti solidi urbani e industriali. 

Nessun commento:

Posta un commento