lunedì 14 marzo 2011

Speranza per Caserta Federazione Nazionale Verdi - Precisazioni -

Indipendentemente dalla scelta individuale del coordinatore provinciale dei Verdi  di votare PD, il Presidente Nazionale della federazione dei VERDI Angelo Bonelli e la Costituente Ecologista sono pienamente in appoggio al progetto di Speranza Per Caserta come modello esemplare di politica sensibile al territorio.

Speranza per Caserta ribadisce in questo modo la sua naturale vocazione ambientalista di tutela e cura del paesaggio naturale della nostra terra.

Ai "NO" che diciamo alle cave, ai palazzi nel Macrico e all'avvelenamento di terra aria ed acqua, corrispondono in maniera esponenziale altrettanti "SI" al Macrico zona a destinazione esclusiva di attrezzature e servizi, "SI" al Parco Urbano dei Tifatini, "SI" al recupero ambientale, forestale e paesaggistico, "SI" al risanamento territoriale in chiave di recupero agroalimentare, "SI" ad uno sviluppo che il territorio sostenga per la città e i cittadini, "SI" allo sviluppo turistico legato al paesaggio, "SI" alla crescita culturale in spazi dedicati, "SI" ad un volto realmente verde della città di Caserta e tanto altro.

 

Un'ultima battuta che segna una ulteriore abissale differenza tra un modello vecchio di intendere la politica e la nostra volontà di riportare tale modello politico nell'alveo naturale della partecipazione e della aggregazione.

Nell'intervista al Corriere di Caserta, Aveta dichiara che "la politica si fa nei partiti".

Al di là del fatto che nelle stanze dei partiti le persone ormai credono si facciano più gli affari che altro, il nostro movimento la politica la fa in mezzo alla cittadinanza e insieme alla cittadinanza.

Speranza per Caserta infatti è proprio cittadinanza che fa politica.

Che gli altri discutano pure dove vogliono sul reale destino della città.

Speranza per Caserta sceglie la piazza e la gente.

 

Addetto stampa Speranza per Caserta

Nessun commento:

Posta un commento